Casera Bedín di Sopra (1711 m)

Casera Bedin

Tra tutte le valli delle Dolomiti Destra Tagliamento, la Val Zemola sembrerebbe essere in assoluto la più turistica: in uno sviluppo di circa cinque chilometri, ben cinque punti di appoggio di cui tre gestiti, e una malga adibita ad attività commerciale!

Per gli amanti del wild che vogliono godersi questa bella valle resta comunque a disposizione il piccolo edificio di Casera Bedín, aperto tutto l’ anno.

Casera Bedin

Ristrutturato dall’ Ente Parco dolomiti Friulane, Casera Bedín è formato da due edifici: il più alto, chiuso a chiave, a disposizione per le attività del Parco, mentre quello più piccolo, adibito a bivacco sempre aperto, è composto da due locali adiacenti; nel primo vi è il caminetto, un tavolo e due posti letto su tavolato, mentre in quello adiacente vi si trovano altri quattro posti letto. L’ acqua è reperibile a pochi minuti di cammino verso Forcella Zita.

Casera Bedin

L’ escursione classica per raggiungere Casera Bedín è dagli Stai di Mela lungo la strada carrozzabile che sale alla Cava del Buscada e poi per sentiero CAI 381 in circa ore 1.45, difficoltà T. In alternativa si può giungere ad essa dal Rifugio Maniago in ore 1.15 per bel sentiero nel bosco.

Salendo la strada per Cava Buscada.

Salendo la strada per Cava Buscada. In lontananza il Col Nudo.

L’ accesso più diretto però è dal fondo della Val Zemola lungo un sentiero segnalato con bolli e ometti che parte nei pressi del primo tornante lungo la strada che dagli Stai di Mela sale passando per Casera Ferera; il sentiero va a traversare quasi subito il Gè di Bedín, presentandosi un po’ sconvolto dagli schianti. Subito dopo diventa ripido ma sempre ben marcato, e con andamento costante risale il costone su cui poggia la casera, andando a sbucare nel prato sottostante di essa nei pressi di un vecchio albero. Difficoltà E, ore 1.30 dagli Stai di Mela.

Casera Bedin

Casera Bedin

Dalla Casera Bedin si possono raggiungere i sopra citati rifugi, oppure puntare alla vetta del Monte Zita.

Casera Bedin

3 pensieri su “Casera Bedín di Sopra (1711 m)

  1. Aurelia

    Ciao , visto il cartellino rosso attaccato alla porta del ricovero, per caso bisogna chiedere le chiavi da qualche parte?
    Grazie

    Replica
    1. dolomitidxtagliamento Autore articolo

      La casera è composta da 2 stabili: quello col cartello rosso che è chiuso e serve al Parco per le proprie attività; dietro (o in parte) di quello c’è invece un altro edificio che è sempre aperto e lo puoi vedere nella prima foto.

      Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*