Rifugio Padova (1278 m)

Rifugio Padova

Inaugurato nel 1910 dalla Sezione CAI di Padova, fu successivamente distrutto da una valanga; venne ricostruito in zona piú sicura, nella parte bassa del prato. E’ accessibile da Domegge con una stretta strada in gran parte asfaltata che corre alta sulla destra orografica della Val Talagona.

Aperto con servizio di alberghetto d’estate e durante i giorni festivi, dispone di cinquanta posti letto; telefono 0436 – 72488.

Vista la facilità di accesso, il rifugio puó essere una meta ideale per la gita domenicale in famiglia vista la presenza di giochi all’ aperto e del simpatico anello di Prá di Toro adatto ai piú piccoli.

Lungo l' anello del Prá di Toro. Sullo sfondo gli omonimi Spalti.

Lungo l’ anello del Prá di Toro. Sullo sfondo gli omonimi Spalti.

Rifugio Padova

Nei pressi del rifugio.

Francesco.

Francesco.

Per chi invece ama le passeggiate un po’ piú lunghe riportiamo la traversata al Rifugio Giaf passando per la Forcella Scrodavacca tramite sentiero CAI 346 in 3.15 ore.

Per una comoda mulattiera si risale prima in bosco e poi su terreno aperto la Val di Toro; lasciato a destra il sentiero segnavia CAI 342 diretto al Bivacco Marchi-Granzotto, si prosegue a tornanti internandosi nel lungo corridoio sassoso della Forcella Scrodavacca, aperta fra il Gruppo del Cridola a Nord e quello dei Monfalconi a Sud.

Rifugio Padova

La Val di Toro

In discesa dalla Forcella Scrodavacca.

In discesa dalla Forcella Scrodavacca. Foto di Pietro.

Oltrepassata la forcella (splendido panorama verso la Carnia), si scende verso Est e, sempre per comoda mulattiera, si raggiunge il rifugio.

Rifugio Padova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*